ENVÍOS GRATUITOS!!

Las carteras de DA ya están en Italia

10335679_10203670186377338_167931033_n
Estamos encantadas porque nuestras carteras ya empiezan a “traspasar fronteras” . Esta vez nos fuimos a Milán, cuna del diseño, gracias a Giuseppina Chisari, blogger de la revista online WeLoveFashion.
Nos halaga (y nos anima a seguir adelante) que Elisa Bellino (editora de WeLoveFashion)  pose con una cartera de Desayuno con Abalorios.

 

Post original en italiano:

Buongiorno Amiche,

rieccoci qui, un nuovo lunedì mattina, una nuova settimana ed il mio daily outfit, che viene concepito con la solita tazzona di tè verde sui fumi di una sigaretta.

Un pò di tempo fa, mentre camminavo nella mia modalità “on line“, quindi, scorrendo nervosamente lo sguardo dall’ultimo messagio di whatsapp, per poi balzare su instagram e, ancora, affannando gli occhi su facebook e perchè no, twitter, mi sono fermata. Ho sbirciato intorno. Non vi era una persona e ribadisco una, che non fosse intenta a fare altro, se non incrociare gli occhi sullo schermo del proprio cellulare.

Erano tutti affetti da quella che definirei

 “sindrome ossessivo connettiva post-tecnologica“.

Questo accadeva, sia mentre prendevano il caffè, sia mentre salivano sul tram, ma anche mentre portavano a spasso il cane, o il bambino al parco giochi. Tutti, quindi, in un perenne stato di ubiquità, mai veramente coscienti del passeggiare, dell’andare a lavoro, all’asilo, al museo, a fare la spesa. Un mondo di assenza, di “lavori in corso”.

Fondamentalmente siamo tutti spostati dalla realtà fenomenica a quella virtuale, come se camminare, bere, pedalare, non ci soddisfacesse, oppure ci mettesse quasi a disagio la possibilità di incrociare lo sguardo altrui.  Insomma, come se dovessimo rifuggire quella potenziale apparenza (“vergognosa”) del non essere abbastanza “impegnati”, nel mostrarci senza fare nulla. Incredibile vero? Ditemi se anche voi non vi sentite un pò partecipi di questo guazzabuglio mediatico. La prova del nove si ha quando “malauguratamente” si lascia il nostro Iphone a casa…Disastro… E’ la sperimentazione del vuoto. Ecco perchè spesso vorrei tornare indietro solo di una ventina d’anni, ma facciamo anche trenta, per essere testimone di una Milano senza “internet veloce”, senza candy crush, senza cellulari, ipad e similari.

Sì, vorrei andare indietro, rallentare ed essere meno dipendente da tutti questi strumenti, magari solo per un periodo, per poi ritornare purificata.

Siccome non si può ancora saltellare a nostro piacere da un decennio all’altro, io mi accontento, per ora, di giocare con la moda.

Grazie agli abiti, infatti, il mio armadio diventa una sorta di portale magico, che mi trasforma a seconda del mio umore in una persona diversa. Ieri, così, ho immaginato di evadere dalla nevrotica Milano 2014 e mi sono affacciata fuori in una domenica piuttosto silenziosa del 1950.

Ah …gli anni 50′, sono passati solo pochi anni dall’esordio di Dior davanti alla stampa internazionale, eppure questo stilista ha già conquistato l’attenzione di tutte le donne, prima fra le altre, la lungimirante caporedattrice di Harper’s Bazaar Carmel Snow. La sua è stata una collezione ambiziosa, composta da bellezza, esondanza di tessuti, ma soprattuto dal recupero del femminile.

E’ il New Look. 

E’ una felicità posata e composta, che accentua con orgoglio la silhouette della donna e con essa la sua identità più romantica, troppo spesso oscurata durante il rigore della Grande Guerra. Io, come le donne di allora, provo il medesimo piacere nel lasciare i pantaloni,  per queste forme leggere e delicate. Certo, indossare un Dior è impensabile, ma su internet si possono scovare sfiziose soluzioni, che richiamano proprio quegli anni. Guardate un pò…

E voi cosa ne pensate?

Daily outfit with

Dress: British Retro

Necklace: Pellini

Shoes: Manila Grace

Pochette: Desayuno con abalorios

Share this post



2 thoughts on “Las carteras de DA ya están en Italia

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

Uso de cookies

Este sitio web utiliza cookies para que usted tenga la mejor experiencia de usuario. Si continúa navegando está dando su consentimiento para la aceptación de las mencionadas cookies y la aceptación de nuestra política de cookies, pinche el enlace para mayor información.

ACEPTAR